Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘vendere’ Category

Alcuni giorni fa ho letto una cosa molto interessante su di un canale di 3italia, dove si parla di Internet e di marketing.

Si parla di marketing a basso, bassissimo costo e di Internet come cassa di risonanza per le proprie attività.
Si parla di opinion leader a cui affidare i propri prodotti perché ne possano parlare agli amici attraverso la rete e non solo ovviamente.
Il tutto con il fine di vendere, con grande successo dire.
Questi i numeri, 150 telefonini regalati, 50.000 contatti ricevuti, oltre 100.000 prodotti venduti.
Beh, niente male non c’è che dire.
La cosa che mi ha fatto sorridere è che io non sono un esperto di marketing, quel poco che so l’ho appreso dala rete e leggendo degli ottimi testi.
Eppure ho avuto la stessa idea loro.
Ho creato una promozione, l’ho pubblicizzata a mezzo post sul blog ed anche dove avrebbe catalizzato interesse verso il mio mercato di riferimento .
I risultati sono stati decisamente ottimi, tanto che abbiamo deciso di dedicargli un post.

D’altronde lo scrive e lo descrive molto bene ome al solito Chris Anderson nel suo ultimo libro, Gratis.

Il Fornire Gratis qualcosa a qualcuno è un modello economico rivoluzionario, ed udite udite vale non solo per le tecnologie digitali !
Da leggere per credere !

Read Full Post »

Sicuramente un prezzo basso aiuta a vendere, questo è innegabile, ma quando un prezzo è basso?
Cosa ci fa dire che quel prodotto è caro e quell’altro è economico?
Un numero sul cartellino del prezzo?
Io non credo, o meglio non penso sia solo questione di numeri.

Vi faccio un esempio molto pratico.
Tra una Ferrari ed una Fiat Panda quale costa meno?

La Panda ? Sbagliato.
Sono due prodotti simili, ma completamente differenti.
Differenti per caratteristiche tecniche, per ricerca e sviluppo, anche semplicemente per mercato di riferimento.
Gli elementi in comune però ci sono, e sono tanti:
sono entrambe automobili, hanno entrambe quattro ruote, entrambe hanno un volante, entrambe ti portano a destinazione.
Ecco questo è un punto da evidenziare a mio avviso.
Ti portano sì entrambe a destinazione, presumiamo anche nello stesso tempo visti i limiti di velocità, ma con una differenza : lo stile di chi viaggia in Ferrari e lo stile di chi viaggia in Panda.
Sia chiaro, non ho niente contro la Panda, ne tantomeno con chi la guida.
E’ solo un esempio di come due prodotti simili siano profondamente differenti in realtà.

Lo stesso esempio di prodotti simili si potrebbe fare anche ad un paio di jeans, un paio che trovate al mercato a 15 euro ed uno che comprate in negozio a 115 euro ad esempio.

Sono sempre jeans in fondo, quindi perché tutta questa differenza di prezzo?
Sicuramente il fatto che uno sia di marca, il jeans di negozio, e l’altro sia di “nessuno” incide, ma quanto?
Non certo per l’intera differenza di 100 euro.
Incidono sicuramente anche i materiali, la cura costruttiva, il marketing, la pubblicità e molto altro.
Eppure entrambi sono jeans, entrambi sono pensati per essere indossati, ma sono realizzati e venduti per due settori differenti.

Siete arrivati a comprendere la differenza di prezzo tra un prodotto ed un altro?
Converrete con me che tutti questi esempi si possono ripetere all’infinito, cellulari, televisori, abitazioni, vacanze e via dicendo.
In tutti questi esempi troveremo però sempre una componente fondamentale,

il mercato di riferimento.

Read Full Post »

Su internet ormai si trova di tutto a livello di informazioni su questo e quel prodotto.
Ma quanto sono affidabili le informazioni che leggiamo?
E’ tutta verità o sono semplicemente dei testi redazionali scritti ad uso e consumo per la vendita di questo e quel prodotto?
E’ molto facile per un’azienda che vuole “pubblicizzare” un prodotto scrivere o farsi scrivere un buon testo e pubblicarlo online, ma si può fare di più?
Si può coinvolgere l’utente finale, sia esso un’azienda o un privato, a finalizzare l’acquisto di questo o quel prodotto?

Prendiamo ad esempio il settore automobilistico.
Esce un  nuovo modello, ti colleghi al sito dove trovi tutte le informazioni che ti servono, depliant e brochure in PDF, gallerie di immagini degli interni e degli esterni, l’indirizzo della concessionaria più vicina a te e la possibilità di prenotare un test-drive.

Quest’ultimo passaggio a mio modesto parere è fondamentale, non tanto il fatto di poterlo prenotare via web, ma il fatto di usufruirne.
L’estetica ed il prezzo sono i primi punti che tutti guardiamo è inutile negarlo, nessuno va a provare un automobile che non lo soddisfi in uno dei due requisiti fondamentali.

Facciamo un secondo esempio, con i cosmetici.
Avete mai avuto tra le mani un campioncino di un nuovo prodotto, crema o profumo?
Perchè le aziende investono in quei mini prodotti?
Semplice, per acquisire nuovi clienti o comunicare nuovi prodotti a chi è già cliente.
Testare un prodotto prima dell’acquisto è senz’altro il modo migliore per capire se quel prodotto è adatto alle nostre esigenze.
Un profumo ad esempio può essere buonissimo, ma non sulla nostra pelle.
Come un automobile può essere bella ed economica ma non da guidare secondo il nostro insindacabile giudizio.
Testare un prodotto ci fa capire lo studio,la realizzazione, la cura costruttiva al di là delle comunicazioni aziendali, che ricordiamocelo sempre, sono scritte ad arte per vendere.

Per questo anche noi di Cromobox abbiamo deciso di farvi testare con mano la nostra qualità, con le mini Cromobox di cui abbiamo parlato nel post precedente.

A breve daremo tutti i dettagli su come poterli ricevere.

Read Full Post »

Precedentemente abbiamo parlato della possibilità di fare marketing mediante l’utilizzo di Cromobox.
In fondo cos’è il marketing?
Wikipedia lo sintetizza così:
Marketing significa letteralmente “piazzare sul mercato” e comprende quindi tutte le azioni aziendali riferibili al mercato destinate al piazzamento di prodotti, considerando come finalità il maggiore profitto e come causalità la possibilità di avere prodotti capaci di realizzare tale operazione”

Piazzare un prodotto, venderlo ai clienti,  questo è l’obiettivo primario e l’unico fine di qualsiasi azienda.
Nessuno produce per il solo gusto di farlo.
Ecco che allora come azienda ci dobbiamo dotare di tutti gli strumenti necessari per realizzare il nostro fine, la vendita.
Fare marketing non è poi così difficile in fondo.
Se sintetizziamo al massimo potremmo definirlo anche così:
« Una funzione organizzativa ed un insieme di processi volti a creare, comunicare e trasmettere un valore ai clienti, ed a gestire i rapporti con essi in modo che diano benefici all’impresa ed ai suoi portatori di interesse. »

E chi meglio di Voi può parlare bene di Voi e della Vostra azienda?

I Vostri prodotti ed i vostri Clienti, ecco chi.

I vostri prodotti parlano già di Voi perché raccontano l’impegno e la passione con cui sono stati prodotti.
Non importa che siano di lusso o di nicchia come una Ferrari o una Porsche.
I Vostri clienti sono la vostra miglior risorsa, non è forse vero che il passaparola è la migliore delle pubblicità?
E allora perché non utilizzare questi due preziosissimi elementi per continuare a far parlare ( bene ovviamente ) di Voi anche dopo l’acquisto?
Cromobox questo è in  grado di farlo utilizzando uno strumento già nelle Vostre mani, il packaging in legno.
Attraverso l’utilizzo di Cromobox sarete in grado di distinguerVi immediatamente dai Vostri concorrenti e di dare un valore aggiunto ai Vostri prodotti che Vi garantirà un’immediato passaparola verso altri futuri clienti.

Non è necessario investire capitali per farsi notare, basta adottare dei semplici accorgimenti con ciò che già utilizziamo.
Un normale packaging di legno è in grado di assolvere al solo compito per cui è stato concepito, l’imballo dei Vostri prodotti.
Lì terminerà il suo utilizzo, salvo essere relegato in cantina o destinato alla discarica, determinando per Voi e per l’ambiente un costo.

Cromobox invece nelle mani dei Vostri clienti potrà essere riutilizzato in mille modi.
Grazie alle sue infinite varianti e combinazioni di grafiche , potrà continuare a restare nelle mani e nelle abitazioni dei vostri clienti ed assolvere ad altri compiti, come un portaoggetti per la casa ad esempio.



Cosa può aiutarVi a fare marketing, a far parlare di Voi?
La cassetta di legno neutra o una Cromobox ?
Quindi cosa state aspettando a distinguerVi ?

Read Full Post »

Archiviate le feste è tempo di bilanci, mangiato tanto o poco, ingrassati o meno, regali ricevuti e regali riciclati ( eh si, capita anche quello ), auguri ricevuti e auguri inviati.

Concentriamoci su questi ultimi due punti:
Com’è cambiato il modo di scambiarsi gli auguri?
Per me personalmente tantissimo.

L’anno scorso infatti il telefonino non la smetteva più di squillare per avvisarmi degli SMS ricevuti.
Quest’anno invece solo una decina i messaggini di testo arrivati.

No, tranquilli, non ho perso tutti gli amici.
E’ solo cambiato il modo di comunicare.
Ora vanno molto di moda i vari social network, Facebook, Twitter, FriendFeed etc etc.

Anche io ovviamente non ho fatto eccezione alla regola.
Infatti i miei auguri li ho inviati via social network, tranne a quei pochi amici che tuttora continuano ad ignorarli.

Ma è possibile continuare ad ignorare i cambiamenti?
Qui il discorso si allarga decisamente oltre ai social network.

Allarghiamo il discorso dei cambiamenti alla tecnologia, e di quanto ci aiuta nella vita e nel lavoro, qualsiasi esso sia.

Pensiamo alle tecnologie più comuni e di largo consumo, prendiamo i cellulari o i computer.

Anche chi era scettico o semplicemente voleva essere un pochino “snob” ora possiede un cellulare o utilizza un computer.

Ma cosa c’entra la tecnologia con Cromobox?
Moltissimo, perchè alla base delle enormi potenzialità di Cromobox vi è proprio una forte componente tecnologica.
La tecnologia ci permette di valorizzare al meglio quello che per alcuni è semplicemente una “stampa su legno”.
Perdonateci la presunzione, ma Cromobox è molto di più.

Cromobox è uno strumento di marketing perfetto se sfruttato a dovere.
Marketing? Un pezzo di legno stampato? Com’è possibile?


Continuate a seguirci e scoprirete cosa può fare per Voi un packaging in legno.

Read Full Post »

Nel precedente post abbiamo parlato di convenienza nell’utilizzo di Cromobox.

Analizziamo insieme questo aspetto.
Può un packaging essere conveniente?
Ma certo che sì se ci aiuta a risparmiare e ad aumentare le nostre vendite.
Vediamo prima come si può risparmiare con Cromobox.
L’utilizzo di Cromobox non implica grandi spazi di magazzino, anzi li annulla quasi del tutto.
Come? grazie ad uno dei suoi brevetti cromobox è pieghevole come evidenziato nell’immagine di questo lavoro
Cromobox infatti può essere completamente ripiegato sino ad occupare 2 soli cm di spazio.

Questo in un magazzino significa poter stoccare una grande quantità di materiale in pochissimo spazio, riducendo sensibilmente i costi fissi.
E se riduciamo i costi abbiamo automaticamente una convenienza.
Ok, ma come può aiutarVi a vendere meglio?
Per meglio comprendere questo importantissimo passaggio prendiamo l’esempio di un ns. cliente che ha voluto ed utilizzato Cromobox sin dall’anno passato.
Il concetto espresso è stato quello di dare valore aggiunto alle proprie confezioni donando loro qualcosa di assolutamente personale, in questo caso un quadro dipinto dalla madre della titolare, riprodotto sul coperchio delle confezioni.
Questo coperchio una volta aperta la confezione diventa a tutti gli effetti una riproduzione d’arte, un vero e proprio quadro regalo dell’azienda produttrice.

Read Full Post »